Rabarbaro

Pianta appartenente alla famiglia delle Poligonacee,
originaria della Siberia, della quale si utilizzano i piccioli fogliari di colore rosso,
eliminando le parti verdi delle foglie in quanto tossiche.
Il rabarbaro ha largo uso in pasticceria, per la preparazione di torte, crostate,
confetture, caramelle, gelatine e sorbetti.
Ha un gusto amaro , molto caratteristico,  ed è per questo che viene impiegato
per la preparazione di liquori e aperitivi.
Il rabarbaro ha un buon contenuto vitaminico ( Vitamine A, C, PP)
di ferro,  potassio e fosforo.
E’ consigliato nella stipsi( non per periodi troppo prolungati)
E’ sconsigliato nelle donne in gravidanza( rende il latte amaro),
nella calcolosi ossalica, nelle sindromi reumatiche.

 

Ringrazio: Reader’s Digest s.p.a

Grande enciclopedia illustrata della gastronomia

Category: Prodotti  Tags: , , , ,
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close