Bocconcini di coniglio rosolati al timo, con carciofi trifolati, patate dorate e fonduta alla Casatta di Corteno Golgi

Ingredienti:

 

Porzioni :8

kg 1,2 sella di coniglio
n 4 carciofi
n 1 spicchio d’aglio
dl 1 vino bianco
n 1 limoni
gr 25 farina
gr 500 latte
gr 140 Casatta
gr 15 prezzemolo tritato
gr 60 olio d’oliva
gr 50 burro
gr 700 patate
gr 20 timo
Procedimento:

Disossare il coniglio, eliminare la pellicina del lombo, porzionarne le carni in bocconcini, pulire e tagliare a metà i rognoni.
Pulire i carciofi, mantenerli in acqua acidulata.
Dopo averne eliminato la barba,tagliarli in spicchi, rosolarli in saltiere con olio, burro , aglio e del timo.
Bagnare con  del vino bianco, lasciar evaporare,  unire poco brodo.
Portare a cottura.
Pulire e tagliare a piccoli pezzi  la casatta, cospargere con la farina,  ricoprire con il latte freddo.
Porre a bagnomaria, girando di tanto in tanto, facendo sciogliere il formaggio, ottenendo un composto  liscio e cremoso, aggiustare di sapore.
Lavare e tornire le patate , sbianchirle in acqua bollente  salata per 3 minuti ,
scolarle e lasciarle raffreddare.
In un saltiere, con olio e burro, rosolare i bocconcini di coniglio salati e pepati,in un secondo tempo i rognoni,  unire il timo, bagnare con vino bianco, lasciar evaporare, e portare a cottura.
Nel frattempo, far riscaldare un saltiere, unire dell’olio, porvi le patate e cuocere rosolando, aggiungere il rosmarino, a fine cottura, lucidare con una noce di burro e salare.
Porre uno  specchio di fonduta sul piatto, adagirvi i bocconcini di coniglio, i carciofi e le patate, intercalando il tutto, guarnire con prezzemolo tritato, e del fondo di cottura del coniglio.

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close