Tag-Archive for » oriente «

Melanzana

 

La melanzana è il frutto di una pianta orticola originaria dalla Cina
e dell’India , molto coltivata in Italia , soprattutto in meridione.
Il nome deriva dall’arabo badingian preceduto dalla parola “mela”
che l’italiano medioevale spesso premetteva ai nomi stranieri di
frutta e verdura ( es. melarancia, melagrana).
Le cucine mediorientali usano moltissimo questo vegetale, che
in Italia e Francia tende ad essere un privilegio delle zone centrali e meridionali,
mentre è poco usata nelle cucine settentrionali.
E’ anche curioso che le melanzane hanno forse la maggior  varietà
di nomi dialettali fra tutte le verdure , da “petonciani” per l’Artusi,
” marignani” nel Lazio, “molignane” in Campania,”milangiane” in Calabria,
“mulinciani” in Sicilia.
La pianta di melanzane ha un fusto erbaceo, ramificato, con foglie
espanse, ricoperte di una sottile peluria.
I frutti sono grosse bacche carnose, di forme e colori diversi
secondo le varietà, con polpa soffice, di colore dal  bianco-verdastro
al  nero.
La forma può essere allungata , e in questo caso il sapore è più piccante,
oppure tonda o oblunga , con gusto più delicato.
La raccolta è estiva da giugno ad ottobre secondo le zone di coltivazione;
la bacca va raccolta quando è ancora ben soda , un po’ in anticipo
rispetto al suo massimo sviluppo, stadio in cui diventerebbe
troppo piccante e ricca di semi.
In cucina :
Le melanzane possono essere più o meno amarognole e piccanti,
e perciò possono richiedere preparazioni preliminari.
Quelle piccole e lunghe, vanno tagliate, in base all’utilizzo, tenute in
un colapasta cosparse di sale , per un paio d’ore per far perdere
il liquido “forte”.
Le melanzane più grosse delle varietà tonde, invece, non richiedono
di solito questa preparazione.
La melanzana ha una conservabilità  di qualche giorno in frigorifero;
se è fresca, deve avere polpa soda e la pelle deve essere lucida,  non
presentare parti grinzose e opache e segni di appassimento .
Le melanzane hanno un buon contenuto di ferro e di acqua , sono
un’ottimo alimento dietetico per l’assenza di grassi e per l’apporto calorico
molto basso.
E’ sconsigliata nelle difficoltà digestive.

 

Ringrazio: Reader’s Digest s.p.a

Grande enciclopedia illustrata della gastronomia

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close